Bia-acc

BIA-ACC TEST: COS’È E COME SI SVOLGE

Il BIA-ACC è un test non invasivo utilizzato per valutare la composizione corporea e metabolismo di una persona attraverso una misurazione impedenziometrica.

Grazie ai dati rilevati con questo esame, per ciascun paziente saremo in grado di valutare la struttura corporea, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, analizzando in particolare:

  • metabolismo basale
  • distribuzione metabolica
  • grado di idratazione
  • equilibrio idro-elettrolitico e turnover dell’acqua
  • stato di infiammazione cronica
  • alterazioni ormonali
  • densitometria corporea: rapporto tra massa e volume corporeo

I parametri forniti da questo dispositivo diagnostico non invasivo vengono utilizzati, in congiunzione ad altri approfondimenti diagnostici, per garantire il benessere psichico e fisico della persona, all’interno di un percorso di diagnosi e cura.

Solitamente la BIA-ACC viene eseguita dopo valutazione dello stato di stress del paziente, ottenuta tramite PPG Stress Flow e successivamente alla misurazione di peso, altezza e circonferenza vita.

BIA-ACC Test: come funziona e come si svolge?

Per capire il funzionamento del test BIA-ACC può essere utile spiegare cosa significano le lettere dell’acronimo. Infatti BIA sta per “Bioelectric Impedance Analyzer”, frase che, tradotta dall’inglese, significa analizzatore dell’impedenza biolettrica. ACC sta per “Analisi della Composizione Corporea”.
Ne risulta quindi che questo dispositivo diagnostico non invasivo ha lo scopo di analizzare la composizione corporea tramite misurazione della bioimpedenza (forza di opposizione di un conduttore biologico al passaggio di corrente elettrica alternata) all’interno e all’esterno delle cellule.

Lo svolgimento della BIA-ACC è molto rapido, durando circa 6 secondinon presenta effetti collaterali e non è invasivo.
Invitiamo il paziente a sdraiarsi sul lettino e gli vengono applicati 4 elettrodi cutanei, grazie ai quali vengono rilevati circa 40 parametri.
I valori di tali parametri sono inviati via Internet a un elaboratore remoto che in pochi minuti rende disponibile il risultato.
In questo modo è possibile dare al paziente indicazioni per arrivare a bilanciare con precisione:

  • fabbisogno di acqua e nutrienti
  • distribuzione del carico glicemico nelle 24 ore
  • riduzione del carico di acidi nelle 24 ore

Numerosi e ben documentati studi hanno consentito di rilevare come i vari meccanismi che possono provocare stress all’organismo – come ad esempio alimentazione squilibrata, vita sedentaria, depressione e altri – nel tempo portano a riduzione della massa magra e della qualità dei tessuti.
La successiva insorgenza di “sintomi vaghi e aspecifici” (MUS), che spesso non vengono inquadrati correttamente dalla medicina tradizionale, costituisce un campanello d’allarme considerato molto attentamente, visto che può portare all’insorgere di patologie ben più gravi e croniche.

Per questo motivo la valutazione della composizione corporea tramite BIA-ACC è fondamentale per il benessere psicofisico e la cura di patologie già in atto. Questo test è molto affidabile, avendo un margine di errore pari a circa l’1%, e può essere ripetuto a distanza di pochi giorni.